Il pedaggio autostradale

Il pedaggio autostradale si calcola moltiplicando le tariffe unitarie specifiche delle tratte autostradali attraversate, approvate con Decreto Interministeriale, per i rispettivi chilometri percorsi. Il valore risultante dalla somma degli importi come sopra determinati, subisce un arrotondamento unico ai 10 centesimi di Euro.

La tariffa unitaria è commisurata alle caratteristiche dell’infrastruttura (autostrada di pianura o di montagna), ed al tipo di veicolo utilizzato secondo il sistema di classificazione attualmente in uso e denominato “Assi–Sagoma”.

In base a questo sistema il parco veicolare viene suddiviso in cinque classi utilizzando due parametri:
– la “Sagoma”, cioè l’altezza del veicolo misurata in corrispondenza dell’asse delle ruote anteriori. Con questo criterio vengono classificati tutti i veicoli a due assi che sono suddivisi in due classi;
– gli “Assi”, cioè il numero degli assi di costruzione del veicolo. Con questo criterio vengono classificati tutti i veicoli ed i convogli a tre o più assi che sono suddivisi nelle rimanenti tre classi.


TRATTA AUTOSTRADALE AOSTA EST – COURMAYEUR

Categoria veicolo Pedaggio
A € 11,00
B € 14,00
3 assi € 18,70
4 assi € 29,60
5 assi € 34,40

Classificazione dei veicoli

classificazione_veicoli

MANCATO PAGAMENTO DEL PEDAGGIO E PAGAMENTO ON LINE

Il Rapporto di Mancato Pagamento Pedaggio, R.M.P.P., viene emesso quando l’utente non paga o paga solo parzialmente quanto dovuto.

E’ possibile regolarizzare il Mancato Pagamento del Pedaggio secondo le modalità di seguito elencate:

  • al Punto Blu della Società Autostrade Valdostane, ubicato presso il casello autostradale di Nus, 11020 NUS – Aosta (telefono 0165-766656 ) aperto al pubblico dal lunedì al venerdì (8.30 – 12.00 / 14,00 – 16.30) esclusi i giorni festivi;
  • presso le porte delle stazioni autostradali della rete S.A.V. S.p.A (PONT SAINT MARTIN-VERRES-CHATILLON-AOSTA) gestite da operatori.
  • Indicando nella causale la targa del veicolo ed il numero del mancato pagamento
  • tramite bonifico sul conto corrente bancario intestato a S.A.V.S.p.A., in essere presso la UniCredit S.p.A.
    Codice Iban – IT75B0200809440000500009742
    Codice Bic Swift – UNCRITMMMCN
  • presso gli Uffici Postali con versamento sul c/c n° 12025110 intestato a Società Autostrade Valdostane
  • Tramite pagamento on line cliccando sul link collocato nel menu posto sul lato sinistro della pagina.

Qualora il pagamento venga regolarizzato oltre il 15° giorno dalla sua emissione, l’importo del pedaggio dovrà essere maggiorato degli oneri di accertamento pari ad €uro 2,58 (Art. 176/11 bis C.d.S.).

Nelle piste automatiche il Rapporto di Mancato Pagamento viene emesso tramite un documento cartaceo simile al biglietto autostradale, chiamato “Attestato di Transito”, e talvolta la causa può essere determinata anche da una tessera magnetica “non leggibile” e/o relativamente all’uso di una tessera Viacard a scalare di importo per un “credito residuo insufficiente”.

Eventuali comunicazioni, giustificazioni e/o regolarizzazioni tramite addebito su titolo autostradale di pagamento, tessera Viacard di conto corrente o apparato Telepass, possono essere effettuate mediante la compilazione e l’inoltro del modello
Richiesta regolarizzazione o annullamento del mancato pagamento

Nota: per qualsiasi inconveniente si raccomanda sempre di non scendere dal veicolo e di non retrocedere dalla pista, ma di premere il pulsante “richiesta di intervento”, comunicando, tramite interfono, con il personale preposto.

ESENZIONI DAL PAGAMENTO DEL PEDAGGIO AUTOSTRADALE

Esenti a norma di legge

Ai sensi dell’art. 373 del D.P.R. del 16.12.1992, n.495 comma 2 e successive modifiche, sono esentati dal pagamento del pedaggio:

a) I veicoli della Polizia di Stato targati “Polizia” e dell’ A.N.A.S. muniti di segni contraddistintivi;

b)  I veicoli dell’Arma dei Carabinieri con targa C.C muniti di libretto di circolazione del Ministero della difesa con annotazione di carico all’Arma dei Carabinieri;

c) I veicoli con targa C.R.I., nonché i veicoli delle associazioni di volontariato e degli organismi similari non aventi scopo di lucro, adibiti al soccorso nell’espletamento del relativo specifico servizio e provvisti di apposito contrassegno approvato con decreto del Ministro dei Trasporti e della navigazione e dei lavori pubblici;

d) I veicoli con targa V.F., nonché quelli in dotazione al Corpo permanente dei vigili del fuoco delle province autonome di Trento e Bolzano;

e)  I veicoli con targa G.d.F.;

f) I veicoli con targa C.F.S.;

g) I veicoli con targa POLIZIA PENITENZIARIA;

h) I veicoli delle forze armate adibiti a soccorso (autoambulanze, autosoccorso, etc.) nell’espletamento del servizio o al seguito di autocolonne;

i) I veicoli delle Forze Armate negli interventi di emergenza e in occasione di pubbliche calamità, nonché i veicoli civili, con targa italiana o estera, che, nell’ambito di enti o organizzazioni formalmente riconosciuti dai rispettivi Stati di appartenenza, effettuano, a seguito di calamità naturali o di eventi bellici, trasporti di beni di prima necessità in soccorso alle popolazioni colpite, purché muniti di specifica attestazione delle competenti autorità;

j) I veicoli dei funzionari del Ministro dell’Interno, dell’A.N.A.S., della Direzione generale della M.C.T.C., dell’ Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale, del Ministero dei lavori pubblici, autorizzati al servizio di polizia stradale”.

Sono esentati dal pagamento del pedaggio anche i veicoli targati CP (Capitaneria di Porto) e i mezzi di soccorso meccanico autorizzati all’intervento dal nostro Centro Operativo.